Logo

RATING ESG: COME MIGLIORARE LA GOVERNANCE CON IL CONTROLLO DI GESTIONE

Immagine che mostra in modo astratto il concetto di governance aziendale, in riferimento al Rating ESG

La Governance è il terzo pilastro su cui si basa il Rating ESG e analizza nel concreto la struttura di leadership aziendale e il rapporto con i lavoratori. Sebbene possa sembrare poco affine agli altri due elementi dell’ESG, in realtà la Governance ha con loro un rapporto molto stretto, soprattutto per gli osservatori esterni: è su questo aspetto infatti che valutano l’identità aziendale e la concreta applicazione delle policy stabilite negli altri due punti.

Questo articolo è il quarto e ultimo approfondimento sulle tematiche legate al Rating ESG e al Controllo di Gestione: sul nostro sito è già possibile leggere un articolo introduttivo a cura di Simone Martini, un focus sulla sostenibilità ambientale di Guido Aldinucci e un’analisi dell’impatto sociale scritto da Federico Cecchi.

  1. Che cos’è il criterio Governance
  2. Governance e Linee Guida EBA 2021
  3. Come il Controllo di Gestione può migliorare la Governance e il Rating ESG

Che cos’è il criterio Governance

Come anticipato nell’introduzione, il criterio Governance è essenziale nel Rating ESG e va a focalizzarsi sulle responsabilità amministrative di un’azienda. Copre aree come la meritocrazia; le politiche di diversità nella composizione della leadership aziendale e di un eventuale consiglio di amministrazione; analizza le policy di lotta alla corruzione interna; si accerta che vi sia equità ed etica nelle retribuzioni. Questo particolare punto del Rating ESG valuta dunque come un’azienda viene gestita attraverso parametri quali la remunerazione dei dirigenti, le strategie fiscali e creditizie, i flussi di lavoro interni all’azienda e, infine, se le linee guida stabilite nei criteri Environmental e Social sono effettivamente applicati e rispecchiano veri valori aziendali. Proprio quest’ultimo punto è di fondamentale importanza: osservatori esterni e stakeholder infatti analizzeranno questo aspetto per valutare e definire l’identità aziendale, verificando se ciò che l’azienda comunica all’esterno sia supportato da una struttura organizzativa che aderisce ai principi dell’ESG.

Governance e le Linee Guida EBA 2021

Il criterio di Governance è cruciale non solo per definire la struttura organizzativa e decisionale di un’azienda, ma anche per assicurare la conformità alle Linee Guida EBA introdotte nel 2021. Secondo queste nuove normative, le banche adottano sempre più un approccio prospettico (forward looking) nella valutazione delle aziende, accentuando la necessità di disporre di strumenti avanzati di pianificazione e analisi. Gli strumenti richiesti includono budget previsionali, business plan dettagliati e l’analisi di scenari alternativi (i cosiddetti What If), oltre a calcolatori di indici di bancabilità come il DSCR e altri indici di rischio d’impresa.

In questo contesto, non sono più sufficienti i dati storici dei bilanci, ma diventa fondamentale la capacità di documentare prospettive future di reddittività e solidità finanziaria. La Governance efficace, valutata attraverso un Rating ESG aggiornato e stilato correttamente, deve garantire che l’azienda sia dotata di tutti gli strumenti necessari per rispondere a queste esigenze, promuovendo una visione lungimirante e resiliente agli standard bancari attuali.

Come il Controllo di Gestione può migliorare la Governance e il Rating ESG

Il Controllo di Gestione è decisivo nel rafforzare la Governance di un’azienda e, di conseguenza, nel migliorare il suo Rating ESG. Attraverso il monitoraggio sistematico e continuo dei dati aziendali, aggregandoli in indici di più facile lettura, il Controllo di Gestione identifica le fasi critiche dei processi decisionali, ottimizza i flussi di lavoro e permette quindi di incrementare la resilienza dell’azienda verso i possibili cambiamenti del futuro. Questa funzione promuove dunque la trasparenza interna e una maggiore efficacia dei processi decisionali, assicurando che le pratiche e le decisioni prese dalla leadership aziendale siano allineate agli standard previsti dal Rating ESG. Ciò incrementa la fiducia degli stakeholder e migliora nel medio-lungo termine la posizione dell’azienda nei confronti del mercato.

Implementare un robusto sistema di Controllo di Gestione focalizzato anche sulla Governance è al giorno d’oggi vitale per il successo aziendale. Un Report ESG ben strutturato e aggiornato, associato a un piano d’azione per applicarne i suggerimenti, è uno strumento in grado di assicurare miglioramenti e crescita ad ogni livello dell’azienda. Un sistema di Controllo di Gestione cucito su misura è ad oggi lo strumento migliore per supportare l’implementazione dei suggerimenti individuati dal Report ESG.

Report ESG e Controllo di Gestione non solo evidenziano l’impegno verso una gestione sostenibile ma sono anche cruciali per accedere a nuovi finanziamenti e crediti, sottolineando ancora una volta l’importanza del Rating ESG nella strategia aziendale complessiva.

To top